MIND FESTIVAL, IN CINQUE GIORNI QUASI 20MILA PERSONE PER LA KERMESSE DI MONTECOSARO

Ph Alessandro Scattoloni partecipante al workshop in fotografia musicale di Henry RuggeriCinque giorni di grande musica e quasi 20 mila persone a prendere d’assalto il parco di via Crivelli a Montecosaro per il Mind Festival. Questo il bilancio della terza edizione della kermesse di musica indipendente che si è conclusa ieri sera con il concerto del progetto solidale Rezophonic per la costruzione di pozzi idrici in Kenya. Da festa della birra a contenitore musicale di livello, tappa fondamentale dell’estate musicale marchigiana.

Una line up in grado di attrarre target diversi per età e gusti musicali, mescolata alla capacità di offrire un luogo divertente e sano anche per le famiglie che tra un po’ di musica e del buon cibo hanno potuto godere di cinque serate all’aria aperta.

Una sintesi tra musica, gusto, divertimento, mercatini, corsi e workshop che tra i propri 35-Lacuna Coil-20150802ingredienti ha sicuramente quello di avere uno staff di organizzatori giovani e attenti alle varie esigenze, capaci di pensare il festival come un luogo piacevole, di scambio, di benessere mai pericoloso.

Persino un concerto come quello dei Lacuna Coil, band metal italiana di grandissimo richiamo giunta a Montecosaro per l’unica tappa del centro Italia, si è rivelato un momento di piacevolissima musica ed elettrizzante energia lontana mille miglia da qualsiasi problema di ordine pubblico nonostante le oltre 4000 persone accorse.

Nella settimana di festival, la pagina facebook ufficiale del Mind ha visto un incremento di follower con più di 800 like in meno di sette giorni, oltre 15mila utenti coinvolti in interazioni e una media di 7mila visualizzazioni per ognuno dei cinque eventi.

La stampa locale tra cartacei e online e persino qualche finestra sul nazionale, ha riservato alla manifestazione la giusta attenzione con anche le telecamere del TG 03-Lo Stato Sociale-20150730Marche che hanno documentato in un servizio la prima giornata di concerti.

La line up, in ordine Bud Spencer Blues Explosion, Lo Stato Sociale, Aucan, Ackeejuice Rockers e Lacuna Coil, ha catapultato in terra marchigiana anche fan provenienti da fuori regione che, nonostante il rischio pioggia, hanno raggiunto comunque il luogo del concerto. E poi ancora lo spazio musicale di Staradio, una finestra sulla giovane musica made in Marche.

In una settimana, quella che va da fine luglio ad inizio agosto, nella quale moltissimi sono gli eventi in programma nelle varie località marchigiane, un risultato importante quello conseguito dal Mind Festival,  capace come ogni anno di portare nelle Marche il meglio della musica indipendente e di intercettare un pubblico sempre più vasto ed entusiasta.

Tutti i concerti ad ingresso rigorosamente gratuito sono stati possibili grazie soprattutto al supporto del main sponsor Ercan, di Beltion e numerosi altri sostenitori.